3 luglio con i Coldplay

                               “We’ll run wild, we’ll be glowing in the dark…”

Ebbene sì, sono viva! La mia assenza per quasi un mese è stata dovuta agli esami universitari e allo studio matto e disperatissimo per passarli… la sessione estiva è proprio il male peggiore.
Durante questo mese mi sono ritagliata comunque il tempo necessario per piccole pause, lontano da libri e computer. Ho colto l’occasione per rilassarmi al Lago di Garda, sguazzare in piscina con le amiche e partecipare ad eventi che aspettavo da tantissimo tempo, come il concerto dei miei amati Coldplay.

E’ proprio di questa esperienza che vi voglio raccontare.
Nonostante sia già passata più di una settimana dal 3 luglio, ho ancora vivida nella mente tutta la serata che ho trascorso con la mia band preferita, che attendevo di vedere da ben 10 anni.

Non ho idea se voi abbiate mai provato la sensazione di essere felici, nel vero senso della parola. Felici a tal punto di piangere senza paura di mostrarsi, felici di urlare ogni singola parola il testo delle canzoni che ti hanno accompagnato finora nei momenti più tristi e belli, felici di essere circondati di sorrisi e persone che come te e con te aspettavano quel momento da mesi e mesi…
Questa è stata in breve la serata del fatidico 3 luglio in quel di San Siro.
Da A Head Full of Dreams a Up&Up non c’è stato momento in cui attorno a me non si è smesso di cantare: con i nostri Xylobands (braccialetti luminosi che sono soliti a consegnare ai partecipanti di ogni concerto) al polso, tutti noi presenti avevamo voglia di scatenarci insieme ai nostri adorati Coldplay in forma più smagliante che mai.
E davanti a noi uno spettacolo scenico pieno di colori, fuochi d’artificio, coriandoli e palloni giganti sul pubblico in parterre.
Chris, Johnny, Will e Guy impeccabili, semplici ed originali come lasciano trasparire in ogni pezzo e video. Belli e carichi.

Non riuscivo ad evitare di continuare a ripetermi “Non dimenticarti mai di tutto questo”, con le farfalle allo stomaco come se fossi una ragazzina davanti alla propria cotta adolescenziale. Ebbene, i Coldplay sono stati la prima band per cui persi letteralmente la testa nel 2005, quando ho iniziato a curiosare sui canali di musica e passava spesso The Hardest Part. Da quel momento non li ho più lasciati, sono un’ancora a cui aggrapparmi in ogni singolo istante. La mia casa.

E’ assurdo quanto la musica può essere potente, quanto possa diventare un tutt’uno con te stesso. Amo i concerti per questo. Ho amato rivivere 10 anni in 2 ore con i Coldplay, un rewind di tutti i momenti belli e brutti della mia vita finora.

Auguro a tutti voi di vivere un’esperienza simile, in compagnia di chi amate, con la musica che vi riempie l’anima.

IMG_0340.JPG

                                                                      A presto,
firma

Annunci

6 comments

  1. Excuse my poor Italian, anche io non potevo scrivere per un po Di tempo, sono contenta che sei tornata!
    I love Coldplay and I love concerts, the music beating through your bones the atmosphere sweeps you away, lucky girl to have seen them in concert, I can’t wait to see queen and Adam lambert next year.

    Welcome back I missed reading my Italian blog, it’s so nice reading in another language

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...